Home

Μεγάλη Ἑλλάς

Storia, arte e cultura: frammenti dalla Grecia d’Italia

Storie

Notizie sulla fondazione di Cuma

Cuma, ora parco archeologico nell’area metropolitana di Napoli nel perimetro dei Campi Flegrei, pare sia stata la più antica colonia greca fondata in Italia. Riportiamo di seguito alcune importanti testimonianze relative alla  κτίσις (ktisis, “fondazione”) della polis. Strabone, nel libro quinto della Geografia, testimonia: “Dopo queste (città) viene Cuma, fondazione assai antica di Calcidesi eContinua a leggere “Notizie sulla fondazione di Cuma”

Zancle – Messina

Come abbiamo più volte ricordato, la Sicilia non costituisce oggetto di attenzione da parte della nostra pagina perché è una zona resasi chiaramente distante storicamente e, per certi aspetti, anche archeologicamente dal resto della Magna Grecia. Una posizione diversa, tuttavia tocca alla città di Messina, le cui vicende di fondazione sono legate a quelle dellaContinua a leggere “Zancle – Messina”

Reggio Calabria

Nel parlare delle colonie calcidesi andrebbero fatte numerose premesse in merito. Le popolazioni della penisola euboica, vale a dire l’isola situata a nord dell’Attica, furono le prime infatti ad attuare quell’enorme flusso migratorio che porterà poi il nome di seconda colonizzazione. Il territorio dell’Eubea è occupato sin dalla Preistoria. Il suo sviluppo è legato aContinua a leggere “Reggio Calabria”

Arte e Archeologia

Hera prima di Apollo? Il ‘dischetto Carafa’ e l’oracolo di Cuma

È cosa nota a tutti, oramai, che nella città di Cuma vi era un santuario e un culto di Apollo unitamente a un culto dei morti presso il lago Averno. Questi dati, tuttavia, furono messi in discussione alla metà del Novecento quando un’epigrafe proveniente da contesto ignoto, ma collocabile con un buon margine di sicurezzaContinua a leggere “Hera prima di Apollo? Il ‘dischetto Carafa’ e l’oracolo di Cuma”

L’assetto urbanistico dell’antica Kroton

L’odierna città di Crotone ricalca sostanzialmente l’estensione urbanistica dell’antica Kroton. Attorno al 710-708 a.C. la città viene fondata nel sito designato dall’oracolo di Delfi dall’ecista Miscello di Ripe. Il responso precisa il luogo di fondazione e dà a tal proposito tre punti di riferimento: il promontorio di Punta Alice a nord, nei pressi della sacraContinua a leggere “L’assetto urbanistico dell’antica Kroton”

Sulle tracce degli indigeni nel territorio di Kroton

Al momento dell’impianto della colonia achea di Kroton, il suo territorio, assai fecondo e ben posizionato strategicamente, ma anche i territori limitrofi (la c.d. Crotoniatide), non era deserto, bensì era abitato da un popolo autoctono. Vogliamo dare voce a questo popolo cercando di capire quale fu il suo destino all’arrivo delle navi achee. Partendo dalleContinua a leggere “Sulle tracce degli indigeni nel territorio di Kroton”

Letteratura

Nelle reti di Eros: la poesia di Ibico di Reggio

Purtroppo non sono molti i poeti greci arcaici ricordati a lungo nella Grecia continentale. Ai soli due della lirica arcaica, si aggiungeranno altri personaggi di età più tarde, più o meno dal IV sec. a.C. in poi. La fine del VI e tutto il V sec. a.C. sono dominati dal primato dell’intellettualismo ateniese restituendoci, quindi,Continua a leggere “Nelle reti di Eros: la poesia di Ibico di Reggio”

Le novelle sibaritiche

Il genere novellistico affonda le sue radici in un mondo orale-popolare solo più tardi elevato a dignità letteraria. Nicolao di Mira, retore del V secolo d.C., ai suoi tempi conosceva difatti tre modi di comporre novelle: Modo sibaritico: con personaggi umani Modo lidio-frigio: con personaggi non umani Modo esopico: con personaggi di qualsiasi categoria (umanaContinua a leggere “Le novelle sibaritiche”

«Nosside, sulle cui tavolette Eros in persona spalmò la cera»

Queste sono le parole di Meleagro, poeta ellenistico che compose una raccolta poetica in cui immagina di intrecciare in una ghirlanda i fiori, cioè i più importanti poeti, della poesia greca. Si conoscono pochi nomi femminili in letteratura e di questi il più ricordato di tutti è di sicuro Saffo. Ma non fu la sola.Continua a leggere “«Nosside, sulle cui tavolette Eros in persona spalmò la cera»”


Società e Cultura

La battaglia navale di Cuma

La battaglia di Cuma del 474 a.C., conosciuta anche come seconda battaglia di Cuma, fu un evento storico che, seppur poco conosciuto (o quasi sconosciuto), ebbe un significato e un’importanza politico-economica rilevante e determinante nell’ambito geografico del Mediterraneo occidentale. Combattuta sul Mar Tirreno, vide contrapporsi le navi siceliote siracusane, inviate dal tiranno Ierone in soccorsoContinua a leggere “La battaglia navale di Cuma”

Savelli e le pacchiane

L’abito della pacchiana era il vestito tipico delle donne calabresi, di cui esistevano diverse varianti – a seconda della zona o dell’origine – che si caratterizzavano per composizione e colore. Nella Sila Grande, la versione savellese consisteva in un costume prevalentemente monocromatico e austero, indossato dalle donne del paese anche come abito da sposa nelContinua a leggere “Savelli e le pacchiane”

Italìa – Galleria fotografica

Qui una volta la civiltà era greca.

Cesare Pavese
About Us

We are students and researchers interested in the promotion of the ancient artistic and cultural heritage of our land.

More about us

Get In Touch

megalellas.kr@gmail.com

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito